29 Oct 2014

Approvate le linee guida per il riutilizzo e la diffusione dei dati pubblici del comune

Con l’obiettivo di sviluppare la compiuta realizzazione del portale comunale dedicato agli open data – coordinato con analoghi progetti provinciali, regionali e nazionali – la giunta ha recentemente approvato le linee guida per il riutilizzo e la diffusione dei dati pubblici del Comune. Tale progetto viene sviluppato in partnership col il Cirsfid, Centro di ricerca in informatica giuridica dell’Università degli studi di Bologna che collabora con il Comune da diversi anni e che nello specifico ha impostato e realizzato un'analisi informatico-giuridica per l'organizzazione e il popolamento della piattaforma open data del Comune.

Gli open data – dati aperti – sono, in sintesi, alcune tipologie di dati liberamente accessibili a tutti, privi di brevetti o altre forme di controllo che ne limitino la riproduzione. Puntando sulla trasparenza e il coinvolgimento attivo dei cittadini il Comune intende metterli a disposizione della collettività, per dare la possibilità a tutti di incrementare la conoscenza del territorio e rendere disponibile nuova “materia prima” per la creazione di servizi innovativi.

In altre parole, con il progetto Open Data e il relativo portale ( opendata.comune.ravenna.it , oppure opendata.comune.ra.it , accessibile anche dal sito www.comune.ra.it ) si vuole favorire la diffusione di dati grezzi e/o aggregati, organizzati, accompagnati da metadati e in formati idonei a incentivarne il riutilizzo, anche per finalità commerciali; la concessione dei dati attraverso open data license ampiamente diffuse e riconosciute; la gratuità del riutilizzo dei dati.

Attualmente nel portale sono presenti 57 dataset (collezioni di dati) che saranno implementati tenendo appunto presenti le linee guida recentemente approvate. Il portale potrà inoltre costituire la piattaforma per la pubblicazione di open data da parte del sistema delle società partecipate, per attività di pubblico interesse riconducibili al Comune, e anche di eventuale collegamento ai dati di soggetti terzi, pubblici o privati, d’interesse per il territorio.

Le linee guida approvate forniscono indicazioni operative/organizzative relative a: l’organizzazione interna del Comune per realizzare gli obiettivi dell’open data; le modalità per l’individuazione dei dati che possono essere oggetto di riutilizzo (l’amministrazione deve pubblicare solo ed esclusivamente quei dati la cui diffusione non comporti alcuna violazione di norme vigenti e/o di interessi pubblici prevalenti); le modalità di pubblicazione dei dati, delle informazioni e le modalità di utilizzo della piattaforma comunale di accesso ai medesimi; le licenze per il riutilizzo dei dati pubblici di cui l'amministrazione comunale è titolare; i formati aperti utilizzabili tramite riferimento a standard internazionali; lo sfruttamento economico dei dati; la disciplina delle richieste civiche di modifica/integrazione dei dati pubblicati e le modalità di inserimento dei nuovi dati.

Linee guida (pdf - 235,30 kB)